I SISTEMI DI PUNTAMENTO E CONGEGNI DI MIRA:

 

in questo articolo andremo a trattare un argomento, conosciuto da tutti, in maniera un po’ più approfondita, spiegandone le caratteristiche e il miglior utilizzo sul campo. Noi di pianeta caccia & tiro ci auguriamo che questo tipo di articoli possano aiutare i nostri lettori ad incrementare carnieri e risultati… BUONA LETTURA:

                                 I CONGEGNI DI MIRA (tacca di mira e mirino):

tutte le armi in commercio escono di fabbrica con almeno un congegno di mira, che ci aiuterà nell’acquisizione del bersaglio al momento dello sparo. Il “mirino” più semplice lo troviamo sui nostri cari fucili da caccia ad anima liscia, molto spesso corredati da un semplice pallino in ferro a fine bindella o per i più evoluti un mirino in fibra ottica (più o meno lungo) sempre all’apice della bindella. Questo tipo di mirino, ci aiuterà nel tiro istintivo regalandoci un punto di riferimento nel cielo nel momento dello sparo, facendoci calcolare al meglio anticipi e correzioni del caso!

tacche

Congegni di mira un pò più sofisticati li troviamo sulle armi ad anima rigata (pistole e carabine) dove troveremo tacca di mira e mirino i quali possono essere metallici, fino alle più evolute mire in fibra ottica montate sulle carabine da battuta di ultima generazione, in grado di affrontare tutte le situazioni di una normale battuta di caccia al cinghiale se ben tarate. Parlando di taratura, anche le tacche di mira hanno bisogno di una messa a punto, si può regolare altezza e derivazione (destra e sinistra) mediante una piccola brugola in dotazione con l’arma. Il mio consiglio è quello di controllare abitualmente, almeno un paio di volte all’anno la taratura delle vostre mire… onde evitare errori sul campo!

I SISTEMI DI PUNTAMENTO FAST FIRE:

ne fanno parte i red dot, pro point, aim point, mirini olografici di marche,forme e nomi più disparati.

 

Nascono per il tiro dinamico con la pistola. Montati inizialmente su arma corta, rendevano più facile e soprattutto più rapida l’acquisizione del bersaglio con una maggiore precisione in termini di rosata.

Trovano un largo impiego come dotazioni militari sulle armi d’assalto per agevolare tiri in movimento o molto rapidi, mantenendo un campo visivo più amplio di quello che può offrire una tacca di mira metallica, utilissimo nelle operazioni militari per tenere sotto occhio l’ambiente circostante (ostaggi,nemici etc.)

Abbastanza di recente se ne fa un largo uso sulle carabine da battuta, anche se con pareri contrastanti tra i nostri amici cacciatori, questo sistema di mira garantisce precisione sulle distanze più lunghe, una maggior precisione nel tiro “di stoccata” e un maggior controllo dell’animale nella boscaglia fitta dato che va usato con entrambi gli occhi aperti! A mio avviso è un ottimo alleato per la quasi totalità delle situazione che il cacciatore può trovarsi ad affrontare in battuta.

Una cosa che mi viene chiesta spesso è la seguente:

se il puntino non è al centro dell’ottica quando sparo, cosa succede? Be ragazzi, è stato appositamente studiato per far si che il puntino, ovunque si trovi all’interno dell’ottica faccia sempre bersaglio, quindi non preoccupatevi.

Anche le “ottiche da battuta” stanno prendendo piede tra i nostri cacciatori, sono un ibrido tra un punto rosso e una normale ottica, hanno ingrandimenti da 1 a 6 con un tubo in genere di 24” avremo quindi ottiche 1-6×24 con all’interno una normale croce corredata al centro di punto luminoso. Queste garantiscono una maggior affidabilità nei tiri in battuta sulla lunga distanza, ma affidabili anche nei tiri corti. Degne di nota sono quelle della LEICA e quella di SVAROWSKY, buone anche quelle di altre marche minori se non si vuole spendere una fortuna.

leica-magnus-1-63x24-i-ret-4-a

LE OTTICHE:

un ottica non è altro che un telescopio, ha le funzioni di un normale cannocchiale, cioè quella di farci vedere più lontano (spiegato in parole povere) ma con una grande differenza… il reticolo interno di precisione.

Il reticolo, ossia quella “croce” che tutte le ottiche hanno serve ad avere un riferimento ad una distanza “x” preventivamente conosciuta tramite telemetro.

Le ottiche vanno AZZERATE alla distanza che ci interessa, essendo ideate per il tiro a lunga e lunghissima distanza, si tarano intorno ai 100 metri per poi, con i dovuti calcoli mediante le torrette (alzo e derivazione) possiamo sparare fino a distanze notevolissime.

Esistono vari tipi di reticolo:

Vari esempi di reticolo

– Quello da tiro, molto sottile, ideato per essere d’intralcio il meno possibile sul bersaglio posto a grande distanza.

– Quello da caccia, con le linee più marcate in grado di essere visto bene anche con scarsa luminosità.

– Quello tattico, che ha dei riferimenti (tacche o pallini) in grado di farci orientare con più facilità quando si cambia distanza.

Un altro aspetto fondamentale di un ottica è la grandezza della bocca frontale, maggiore è il suo diametro, più luce entrerà e in caso di scarsa luminosità ci permette di vedere meglio che a occhio nudo.

Come riconoscere un ottica: su ogni cannocchiale troveremo dei numeri, ecco quello è tutto ciò che ci serve.. es: 4-24×56 4-24 (sono gli ingrandimenti) 56 (è la grandezza della bocca frontale di cui vi parlavo prima). In base a questi dati saremo in grado di scegliere l’ottica in base alle nostre esigenze.

Vi lascio alcune sommarie indicazioni per concludere:

nelle ottiche da caccia non sono necessari molti ingrandimenti, perché raramente il tiro supera i 200 metri (la legge permette tiri fino a 300 metri, onde evitare inutili ferimenti), molto importante invece è una bocca frontale molto amplia in modo da poter sparare tranquillamente in orario di tramonto, per cui un ottica 2-16×56 o addirittura 2-16×60 è quello che ci serve!

Nel tiro sportivo a lunga distanza invece gli ingrandimenti sono fondamentali, ci sono ottiche che arrivano fino a 40/42 ingrandimenti, anche qui una bocca frontale amplia ci permetterà una maggior nitidezza del bersaglio. Un esempio di ottica da tiro a lunga distanza può essere 6-32×54.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...