Futuri Cacciatori


Finalmente nasce il primo spazio dedicato a chi desidera diventare un cacciatore !
Qui troverete tutte le informazioni utili per prendere la licenza di caccia ( abilitazione venatoria, versamenti e abilitazione al maneggio delle armi)

Premessa:

Innanzitutto è doveroso sapere che per entrare in possesso del porto d’armi per uso caccia, bisogna aver compiuto il 18esimo anno di età e non aver mai subito sanzioni penali di nessun genere.
La licenza di caccia è una concessione che lo stato da ai cacciatori, visto e considerato che la fauna presente sul nostro territorio è patrimonio indisponibile dello stato.
Qualora i tuoi vizi fossero alcool e/o droga ti consigliamo di non fare questo passo, dovrai affrontare due visite mediche, una delle quali con personale medico militare che sicuramente indagherà sul tuo passato e sul tuo presente (ha pur sempre la responsabilità di rilasciarti il permesso di portare un arma in giro).

Ora che più o meno sai come funziona passiamo alla pratica !

La prima cosa che dovrai fare è andare dal tuo medico di famiglia e reperire il certificato anamnestico per l’abilitazione venatoria, certificato che servirà poi per sostenere la visita col medico militare.
Una volta ottenuto questo certificato ti consigliamo di recarti presso un vicino circolo della caccia e chiedere di fare una visita con un medico militare (spesso sono convenzionati) così facendo eviterai le grosse spese e le lunghe file che faresti presso le A.S.L. Se ti trovi nel Lazio ti consigliamo il circolo dei cacciatori di Tivoli (Rm) che effettua visite su appuntamento, direttamente in sede, grazie al personale medico militare. Nella visita sarai sottoposto a molteplici controlli tra cui un breve esame oculistico, e come ti dicevamo all’inizio, il medico vorrà accertarsi che tu sia una persona in possesso dei requisiti psico-fisici previsti.
Bene! Ottenuto quest’ultimo certificato in triplice copia (importante) dovrai procurarti due marche da bollo da 16 euro l’una ( le trovi in qualsiasi tabacchi).
Adesso che sei in possesso dei requisiti psico-fisici dovrai prendere la copia del certificato del medico militare che ti è stata data, una delle due marche da bollo che hai acquistato, e recarti in un qualsiasi poligono di tiro riconosciuto, qui sosterrai una prova pratica valida per l’idoneità al maneggio delle armi.

Quanto costa, e in cosa consiste?

In genere il costo dell’idoneità si aggira intorno ai 150 euro ( lo dovrai fare una sola volta per tutta la tua vita) .
La prova è relativamente semplice, un istruttore qualificato ti spiegherà le basi di tiro con armi lunghe e corte, dopodiché procederai con la pratica, quindi dovrai sparare con: una carabina, un fucile a canna liscia, in genere un calibro 12 e una pistola ( arma corta ) in genere calibro 22, a fine della prova sarai idoneo al maneggio delle armi!
Il poligono ti rilascerà il foglio che attesta ciò, e ovviamente sarà tua premura, fare una fotocopia anche di quest’ultimo.
Bene ! Per prima cosa torniamo al circolo di cacciatori e consegniamo la fotocopia del maneggio delle armi, la fotocopia del certificato di idoneità psico fisica e l’altra marca da bollo rimasta, il circolo di caccia ti chiederà anche delle foto tessere a volto scoperto. Il circolo provvederà con te a scrivere la domanda per sostenere l’abilitazione venatoria, con essa dovrai pagare un bollettino di circa 15 euro (cambia da regione a regione) una volta spedita la lettera alla tua regione, dovrai aspettare un email in cui troverai scritto le date dell’esame e il posto in cui dovrai sostenere la prova.

Esame venatorio:

Ti preoccupa l’esame? Non avere paura, anche questo è relativamente facile, basta impegnarsi a studiare il manuale di abilitazione venatoria.

Come funziona l’esame ?

L’esame varia da Regione a Regione, noi come esempio prendiamo la Regione Lazio, in questa Regione l’esame si divide in due parti: l’esame scritto e l’esame orale, tutti e due si svolgeranno nello stesso giorno.
L’esame scritto è composto da 15 domande riguardanti nozioni delle seguenti materie:

Legislazione venatoria;

Zoologia applicata alla caccia;

Tutela della natura e principi di salvaguardia delle produzioni agricole;

Armi e munizioni da caccia;

Regole comportamentali del cacciatore;

Norme di pronto soccorso;

Cinofilia;

Oltre al manuale di abilitazione venatoria, sul sito della tua regione trovi la banca dati contenente tutte le domande che possono capitarti all’esame, quindi rimboccati le maniche e inizia subito a studiare, sono ammessi soltanto 2 errori, e qualora non venisse superata la prova dovrai aspettare circa 3 mesi per ripeterla.
Una volta superata la prova scritta, dopo circa 30 minuti verrai chiamato per sostenere la prova orale, qui in genere la commissione ti chiede di riconoscere alcuni animali selvatici, cacciabili e non.
Oltre a domande generali sull’attività venatoria, sicuramente ti verrà richiesto anche di correggere gli errori commessi allo scritto, qualora ce ne fossero.
Finita quest’ultima prova con esito favorevole, il Presidente della commissione ti rilascerà finalmente il certificato di abilitazione venatoria!
Adesso possiamo andare al commissariato di zona (ufficio porto d’armi) e consegnare: il certificato di idoneità psico-fisica originale, il certificato di abilitazione al maneggio delle armi, anch’esso originale, il certificato di abilitazione venatoria e i vari documenti e attestati che ti verranno richiesti dal commissariato ( documento d’identità, foto tessere, altre marche da bollo e dichiarazioni famigliari) e ovviamente i versamenti annuali che sono di 173,16 euro e 32,65 euro.
Adesso la questura si riserverà del tempo per indagare sul tuo profilo e capire se hai tutte le carte in regola per avere il porto d’armi, passati circa 60 giorni dovresti ricevere il tuo fantastico porto d’armi !
Torniamo con il porto d’armi al nostro caro circolo, qui troveremo tutti i versamenti per poter esercitare la nostra attività, quindi: A.T.C. Assicurazione, ecc…
Il tuo porto d’armi avrà validità di 5 anni, ma ricorda che il primo anno dovrai andare a caccia con un accompagnatore in possesso di licenza da 3 anni !
Ora vai, fiero di essere un CACCIATORE, nonché una sentinella della natura, rispetta sempre le leggi, la natura e la fauna.

Non sai con chi andare a caccia il primo anno o vuoi chiarimenti su qualche passaggio per prendere la licenza ?

SCRIVICI!